Fotografia: Tutti Nudi davanti all'Opera di Sydney
Inviato da Segret69 15 marzo 2010 alle ore 12.24
Uno scatto di S. Tunick all'Opera House di Sydney, immagine: Timesonline     Detto fatto. Spencer Tunick, fotografo americano famoso per immortalare masse di nudisti in giro per il mondo, aveva detto che avrebbe fotografato migliaia di persone nude davanti all'Opera di Sydney. E l'ha fatto questa mattina.

Detto fatto.

Spencer Tunick, fotografo americano famoso per immortalare masse di nudisti in giro per il mondo, aveva detto che avrebbe fotografato migliaia di persone nude davanti all'Opera di Sydney. E l'ha fatto questa mattina.

L'evento, intitolato Mardi Gras: The Base, è stato commissionato dal Festival Gay e Lesbico di Sydney, organizzazione che è riuscita a mettere insieme la bellezza di 5.200 persone di ogni età ed orientamento sessuale, disposte a posare nude per Tunick.

C'era persino una donna in avanzato stato interessante che ha posticipato la data del parto (2 gemelli) per potere partecipare all'evento.

I 5.200 "modelli" si sono radunati davanti all'Opera House prima dell'alba. Allo spuntar del sole Tunick ha cominciato a dare loro istruzioni su come posare: in piedi, sdraiati, abbracciati. 

"Voglio che le coppie si abbraccino e si bacino, che gli amici si bacino e che gli estranei facciano quello che vogliono" ha detto il fotografo alla folla.

Alcuni partecipanti hanno mostrato la loro sorpresa di fronte alla totale asessualità dell'evento, nonostante l'enorme quantità di corpi completamente nudi, mentre altri hanno trovato l'evento liberatorio.

Così ha commentato uno studente, Art Rush, di 19 anni:  "Non avrò mai la possibilità di ripetere un'occasione del genere e non è il caso di sentirsi inibiti''. "Tutto questo non ha a che fare col sesso, è solo un'esperienza di tipo tribale, un'insieme di umanità.”

Steven Anglier, un partecipante che indossava una parrucca per farsi notare meglio nella foto, concorda ed aggiunge "credevo che fosse un po' imbarazzante, invece la cosa buffa è che quando sei nudo come tutti gli altri, ti senti vestito, perchè nudi sembriamo tutti uguali," . "E' un'esperienza molto strana perché pensi che dietro ci sia qualcosa a livello sessuale e invece no."

L'artista aveva già lavorato in Australia, nel 2001, ritraendo 4.500 persone nude a Melbourne.

Tunick commenta così la sua soddisfazione sull'evento di oggi: “E' andata bene”. Mi ritengo molto fortunato per aver potuto lavorare con così tante persone gay, etero e transgender tutte insieme”.

 

Fonti: timesonline ; Mardigras.org.au

0
COMMENTA