Eros&Psiche: Il Sesso Frequente Protegge dalle Nevrosi?
Inviato da Segret69 9 dicembre 2010 alle ore 15.15
Secondo uno studio condotto dalla rivista Social Psychological and Personality Science, le persone nevrotiche hanno più difficoltà nelle relazioni e nel matrimonio. Ma se le persone con questi disturbi sono appena sposate e hanno relazioni sessuali frequenti, la loro soddisfazione matrimoniale aumenta, mentre diminuisce la controparte ansiosa.   Immagine:  webshots.com   I nevrotici tendono ad avere emozioni negative, si arrabbiano e si irritano facilmente, cambiano spesso il loro umore e si preoccupano frequentemente.

Secondo uno studio condotto dalla rivista Social Psychological and Personality Science, le persone nevrotiche hanno più difficoltà nelle relazioni e nel matrimonio. Ma se le persone con questi disturbi sono appena sposate e hanno relazioni sessuali frequenti, la loro soddisfazione matrimoniale aumenta, mentre diminuisce la controparte ansiosa.

I nevrotici tendono ad avere emozioni negative, si arrabbiano e si irritano facilmente, cambiano spesso il loro umore e si preoccupano frequentemente.

Le persone che hanno un alto punteggio di nevrosi sono meno soddisfatte in amore e nelle relazioni e, quando si sposano, sarebbero quelle più a rischio divorzio. "Alti livelli di nevrosi sono più spesso associati a risultati negativi all'interno del matrimonio, rispetto ad altre caratteristiche della personalità," sostengono Michelle Russell e James McNulty dell'Università del Tennessee, autori dello studio.

Il sesso all'interno del matrimonio sembra rendere felici le persone. Altri studi hanno infatti dimostrato che le relazioni sessuali migliorano l'umore il giorno dopo. Russell e McNulty hanno voluto capire se una frequente attività sessuale sia in grado di cancellare gli effetti negativi delle nevrosi.

Gli autori hanno osservato 72 coppie di neo sposi nei loro primi quattro anni di matrimonio; entrambi i coniugi dovevano riportare, ogni sei mesi, in maniera privata e separatamente, la loro soddisfazione sessuale e la frequenza dei loro rapporti.

In media, le coppie hanno dichiarato di avere rapporti sessuali circa una volta alla settimana nei primi sei mesi di matrimonio, e circa tre volte al mese dal quarto anno di matrimonio.

Le coppie vengono considerate soddisfatte quando entrambi i coniugi sostengono di "avere un buon matrimonio" e che "la relazione con il partner mi rende felice."

La soddisfazione all'interno del matrimonio non è associata alla frequenza dei rapporti sessuali - né all'inizio del matrimonio, né quattro anni dopo. Le unioni con alti livelli di soddisfazione a volte hanno una frequenza di attività sessuale maggiore, altre volte le frequenza del sesso è minore. Il solo contatto sessuale di per sé non sarebbe un indicatore di soddisfazione matrimoniale.

Russell e McNulty hanno scoperto un'importante eccezione. Per quei coniugi con alti livelli di nevrosi, i rapporti sessuali frequenti migliorerebbero la soddisfazione matrimoniale. L'effetto di un'attività sessuale frequente era abbastanza per eliminare completamente "la mancanza di felicità" di cui si lamentano solitamente i coniugi ansiosi.

"Il sesso frequente rende le persone nevrotiche capaci di mantenere relazioni soddisfacenti ," scrivono gli autori. Il primo periodo di matrimonio è un momento in cui le relazioni sessuali sono particolarmente importanti, e per alcuni il sesso frequente migliora la felicità all'interno del matrimonio.

Questa felicità derivante dal sesso si verificherebbe indipendentemente da quanto era saldo o felice il matrimonio all'inizio dello studio, che avrebbe dimostrato che il sesso frequente protegge la felicità matrimoniale per gli sposi novelli con nevrosi.

 

 

Fonte: Scimag.com

0
COMMENTA